News

10/03/2021

Formula Servizi fra le cooperative che hanno costruito l’edificio scolastico più sostenibile d’Europa

L’edificio si trova a Pesaro: il certificato di sostenibilità proviene direttamente dal prestigioso LEED v4 Platino, unica scuola in Europa.

È la nuova scuola secondaria di primo grado “Antonio Brancati” di Pesaro l’edificio migliore e più performante d’Europa dal punto di vista della sostenibilità energetico-ambientale.

Questo risultato nasce da una politica del Comune di Pesaro rivolta a una edilizia sia efficiente che responsabile cha ha già ricevuto il premio Leadership in Green Building nel settore pubblico Premio “Mario Zoccatelli” dal Green Building Council Italia lo scorso 23 settembre, dichiarando la città di Pesaro tra le eccellenze italiane del costruire sostenibile. 

Il vicesindaco di Pesaro Daniele Vimini ricorda infatti l’impegno dell’amministrazione comunale “per acquisire sempre più credibilità e proiettarsi in un panorama europeo al fine di poter usufruire di nuove opportunità di finanziamenti nazionali ed europei legati alle politiche energetiche e alla sostenibilità ambientale”.

Il progetto nasce infatti dalla collaborazione col Comune di Pesaro (che ha inserito tra i criteri premianti di gara la Certificazione Leed) e dalla visione dell’arch. Margherita Finamore, Responsabile Unico del Procedimento. L’edificio, costruito dalle cooperative romagnole Consorzio Conscoop, Formula Servizi, Idrotermica Coop e Siem Impianti, ha quindi ricevuto il riconoscimento al suo livello massimo, ovvero il prestigioso certificato LEED v4 BD+C: School di Livello Platino, prima scuola in Europa e seconda al mondo.

Il prestigioso traguardo raggiunto è il frutto della partnership delle cooperative romagnole con la LEED AP BD+C ing. Giorgia Lorenzi e lo studio ATIproject, che hanno dato vita ad un edificio di elevatissime prestazioni energetico-ambientale.

La certificazione LEED Platino dell’immobile era stata oggetto di proposta migliorativa in fase di gara in coerenza con quanto previsto dal Comune di Pesaro, insieme all’attestazione NZEB – Nearly Zero Energy Building portano la performance finale dell’edificio a 25 kWh/mq, valore che garantisce bassissime emissioni di CO2 in ambiente.

La nuova scuola media eccelle in efficienza energetica, grazie ad un involucro ben isolato, superfici vetrate progettate per garantire luce naturale e allo stesso tempo limitare le dispersioni termiche invernali o il surriscaldamento estivo, pannelli fotovoltaici per la produzione di energia da fonte rinnovabile e l’illuminazione a led dimmerati con sensori di presenza nelle aule. La presenza di superfici vetrate lungo tutto il perimetro dell’edificio e in copertura permette l’illuminazione naturale degli spazi interni limitando il consumo energetico da luce artificiale, oltre a favorire la connessione visiva con l’esterno con benefici a livello di comfort, salute e benessere degli studenti.

Grazie a un sistema di automazione e controllo realizzato in Classe A lo staff che gestisce la scuola è in grado di ottimizzarne la regolazione impiantistica e monitorarne i consumi in ogni momento da remoto.

L’efficienza idrica si esprime con l’uso della pioggia di recupero per l’irrigazione esterna e con l’impiego di dispositivi specifici per contenere il consumo di acqua riducendone il fabbisogno del 50%.

Al centro dell’attenzione dei progettisti e delle imprese, il comfort ambientale interno, inteso come comfort termo-igrometrico e confort acustico. 

Gli impianti di ventilazione meccanica mirano a garantire elevati standard anche attraverso il controllo in continuo della temperatura, umidità e della CO2 in tutte le aule. 

Tutti i parametri attesi in fase di progetto sono stati verificati e validati da un professionista terzo, ing. Ugo Benedetti (Commissioning Authority), mentre il settaggio delle impostazioni progettuali è stato eseguito tramite apposito TAB (Testing, Adjusting and Balancing), da azienda specialistica Eta Beta Srl.

Questo aspetto è garanzia di qualità sulla corretta costruzione dell’edificio in coerenza con il protocollo e con i parametri funzionali di progetto.

Questo greenbuilding d’eccellenza propone una serie di strategie per incentivare sistemi di mobilità alternativa da parte degli utenti della scuola, contribuendo alla riduzione delle superfici impermeabili esterne in favore di ampie aree verdi. 

La copertura alterna aree di tetto verde ad aree rivestite con guaina bianca che riflettono la luce e non si surriscaldano; entrambe le soluzioni insieme alle pavimentazioni esterne di colore chiaro permettono di mitigare l’effetto isola di calore-urbana.

L’edificio è portatore di valore aggiunto per il quartiere e la sua comunità con alcuni servizi offerti quali ad esempio la biblioteca dotata di un accesso autonomo che la rende fruibile anche fuori dall’orario scolastico.

Non per ultimo, tempi record rispettati per la sua realizzazione.

Tutte le News

X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto